giovedì , 8 Dicembre 2022
Home / Articoli / Coltivare peperoncini grazie alle lampade LED

Coltivare peperoncini grazie alle lampade LED

Nel corso degli ultimi anni coltivare peperoncini grazie alle lampade LED ha conseguito un notevole successo, diventando una vera e propria passione per una cresce nicchia di “agricoltori” casalinghi. Ma in che modo è possibile effettuare una opportuna coltivazione indoor dei peperoncini, sfruttando tutte le potenzialità della luce artificiale?

Coltivare indoor: tutti i vantaggi delle lampade LED

Come prima cosa, cerchiamo di comprendere perché la coltivazione indoor dei peperoncini possa garantire alle nostre piantine la migliore riuscita. La determinante principale è naturalmente legata alla possibilità di “replicare” la forza energetica della luce del sole con delle lampade artificiali LED, che possano essere ottimizzate per le varie fasi della crescita della pianta (dalla germinazione alla fase di maturazione).

Tra le varie lampade che possono essere utilizzate a tale scopo, il benefit più evidente è fornito certamente da quelle LED per coltivazione indoor, che consumano meno energia ed hanno l’inestimabile pregio di produrre un impercettibile volume di calore (in altri termini, non c’è il rischio di danneggiare le piante, e potrete posizionare la lampada anche molto vicino ad esse).

Come impostare le luci LED per la coltivazione dei peperoncini

I colori prodotti dalla lampada LED e utile per poter sostenere positivamente la crescita e la maturazione del vostro peperoncino sono il rosso e il blu (la prima per la fase di fioritura, la seconda per quella di crescita). Per quanto ovvio, tuttavia, non sarà sufficiente stabilire i giusti toni per garantire il massimo assorbimento dalla fotosintesi cloforilliana: occorrerà infatti altresì utilizzare una presa temporizzata che possa permettervi di impostare le ore di luce che vorrete far assorbire alle piante.

Considerato che il peperoncino cresce con una buona esposizione solare, cercate di garantire una luminosità tra le 12 e le 15 ore alla vostra pianta, cercando sempre di monitorare la congruità di ogni sua fase di crescita. In termini molto esemplificativi, dovrete guardare quotidianamente in che modo sta “crescendo” il fusto della piantina, e valutare il suo colore e la sua consistenza: se il fusto appare di oclore molto chiaro ed è fine, è probabile che la luce artificiale non sia sufficiente; di contro, se il colore tende al verde scuro, invece, è probabile che la luce artificiale che state somministrando mediante le lampade LED per la coltivazione indoor sia più che sufficiente.

Cerca anche

Come coltivare Cannabis utilizzando il ciclo Lunare

Mentre le moderne tecniche di coltivazione della cannabis stanno diventando sempre più avanzate, molti coltivatori …