giovedì , 8 Dicembre 2022
Home / Articoli / Cannabis e sport sono due cose compatibili?

Cannabis e sport sono due cose compatibili?

Sapevate che i fumatori di cannabis praticano molta più attività fisica rispetto a coloro che non fumano? Ebbene si, molti dei consumatori di cannabis sono degli sportivi. Uno studio condotto nel 2007 su alcuni giovani svizzeri ha dimostrato che i fumatori di ganjah pura (coloro che assumono la cannabis attraverso un vaporizzatore), praticano più sport rispetto a chi la fuma mista al tabacco o non ha mai fumato nella vita.

Sport e cannabis sono due cose compatibili?

Sport e cannabis sono quindi due cose compatibili? Di sicuro non in ambito agonistico: assumere cannabis prima di gare e competizioni è ancora considerato doping, ma fumare cannabis prima di praticare sport non reca danno alla salute, anzi per certi aspetti ha dei risultati positivi sull’organismo.

Tutto sommato quindi, considerando che la cannabis agisce entro i limiti della persona senza sforzare il metabolismo, assumere cannabis prima di una attività sportiva di livello agonistico, più che doping dovrebbe essere considerato come uso di uno stimolante naturale.

La cannabis, integratore naturale per gli sport estremi

Il motivo della compatibilità fra sport e cannabis è dato dal fatto che l’assunzione di cannabis, a differenza del tabacco, è associato ad un maggior volume d’aria espellibile forzatamente dopo l’espirazione, una maggiore capacità polmonare e una maggiore resistenza delle vie respiratorie.

Da uno studio pubblicato nel 2013 su Frontiers in Psychiatry dal titolo Perché la mariuana dovrebbe essere considerata doping nello sport? è emerso di come la cannabis sia molto utile in caso di sport estremi. Nelle ultra-maratone per esempio, fumare cannabis aiuterebbe a rilassare i muscoli, a dimenticare memorie negative e a ridurre l’ansia. E’ meno indicata invece se assunta prima di allenamenti sulla velocità.

L’atleta di ultra maratone Avery Collinis, in un’intervista al Wall Street Journal ha dichiarato che 45 minuti prima degli allenamenti su lunghe distanze, assume un prodotto edibile da 15 mg di THC per impedire che nausea e vomito sopraggiungano durante gli sforzi estremi. Inoltre non nega che il miglioramento sensoriale ottenuto grazie alla cannabis, durante le lunghe percorrenze lo aiuta ad apprezzare ancora di più la natura che lo circonda.

Naturalmente non è da sottovalutare nella combinazione di cannabis e sport il tipo di attività fisica e la qualità della ganjah da assumere. Indica o sativa? Sarà il vostro corpo a consigliarvi dopo i primi tentativi ma per prima cosa scegliete uno sport che vi metta allegria e praticatelo con la massima predisposizione. Se così non fosse, gli effetti della cannabis potrebbero causare disagi e risultare tutt’altro che desiderati!

Cerca anche

Come coltivare Cannabis utilizzando il ciclo Lunare

Mentre le moderne tecniche di coltivazione della cannabis stanno diventando sempre più avanzate, molti coltivatori …